Benvenuti

 

…amici vicini e lontani “, siete giunti sul sito della Sezione dei radioamatori ARI dei Castelli Romani. Abbiamo iniziato un cambiamento del sito, dopo le vacanze verranno inaugurate alcune nuove rubriche gestite direttamente  dai nostri soci più esperti.

Nelle nostre aspettative questo permetterà una maggiore interazione con tutti voi.

Per tutto questo Vi ringraziamo sin da ora per ogni vostro suggerimento che potrete lasciare nella pagina di contatto.

 

Il presidente della sezione

 

 

 

La Sezione è a tua disposizione per ogni assistenza e consulenza di tipo normativo, sulle pratiche per radioamatori e per consulenza tecnico-pratica. Vieni a trovarci in sezione, potrai confrontarti sulla tecnica operativa, la scelta della stazione radio o delle antenne, esprimere le tue idee in un clima trasparente e cordiale con tutti i soci della ARI dei Castelli Romani, per qualsiasi necessità da condividere in totale Ham-Spirit.

Verifica il tuo interesse per la Radio e “Vieni con noi“.

 

 


 

                                                                                                            

 

Per le News di sezione

 

clicca qui !

                                

 

 

Sotto ci sono solo alcuni estratti importanti per la sezione,

per tutte le info vai alle News.

                                                                          

                       

 

 

 

Rinnovo Cariche Sociali per il Triennio 2020 - 2023

 

Cari Soci,

Con il simposio di fine anno l'attuale consiglio direttivo a dato il via alle candidature per il rinnovo dei mandati triennali per il CDN e per il Revisore dei Conti.

 

Si rende pertanto necessario indire il referendum elettorale per il rinnovo delle cariche.

Lo Statuto di Sezione prevede di eleggere 5 (cinque) Consiglieri per la composizione del Consiglio Direttivo e un Revisore dei Conti.

 

 

Iter previsto per il referendum elettorale:

   

  1) Raccolta delle candidature : Entro Domenica, 26 Gennaio 2020. 

I Soci che intendono candidarsi, dovranno formalizzare per iscritto la propria

candidatura specificando se la sua candidatura è per il ruolo di "Consigliere e/o Revisore dei Conti".

La candidatura può essere inviata direttamente via e-mail all'attuale segretario di sezione, Galileo (Leo) Simone IK0BZE, oppure all'indirizzo e-mail di Sezione iq0ap<AT>aricastelliromani.it, oppure portando la proposta di candidatura direttamente in Sezione nei giorni di apertura per consegnarla al Segretario, oppure tramite posta, indirizzata alla Sezione. 

Per le candidature inviate a mezzo posta vale il timbro postale di ricezione.

 

  2) Invio ai Soci delle schede del referendum elettorale : Entro venerdì 31 Gennaio 2020 saranno inviate le schede elettorali ai soli soci con diritto di voto e in regola con il pagamento della quota sociale al 31 Dicembre 2019.

Le schede saranno inviate come previsto dal nuovo Statuto di Sezione, via posta elettronica (e-mail).

In alternativa le schede sono disponibili in sezione e si possono ritirare direttamente in Sezione nelle domeniche di apertura.

 

  3) Restituzione delle schede votate : Le schede votate devono pervenire in Sezione entro Domenica 16 Febbraio 2020, comunque prima dell'inizio dello scrutinio. Le schede votate possono essere portate in Sezione nelle domeniche di apertura e riposte nella apposita urna, oppure inviate a mezzo posta all'indirizzo della Sezione. Per le schede inviate per posta vale sempre il timbro postale di ricezione.

 

  4) Operazioni di Scrutinio :

Lo scrutinio delle schede votate si terrà Domenica 16 Febbraio 2020 nei locali della Sezione a Genzano.

Lo scrutinio avrà inizio alle ore 10 del 16 Febbraio 2020. 

 
Il CD di Sezione.

 

 

SELEZIONE NOTIZIE DAL

 

MONDO HAM

 

 

 

       

        Via libera per l'uso dei 5Mhz in Italia.

 

Dopo la presentazione al MISE delle proposte A.R.I. circa le modifiche da applicare al nuovo piano nazionale delle frequenze, finalmente anche l'Italia si può aggiungere alle altre Nazioni per l'uso della cosi detta banda dei 60 metri.

Salvo diversa indicazione, l'uso sarà possibile decorsi 15 giorni dalla data di pubblicazione nella gazzetta ufficiale.

La banda si può utilizzare dal prossimo 3 Novembre, nei modi e nei limiti indicati, sotto l'estratto :

32B    (5.133B)   

La banda di frequenze 5351,5-5366,5 kHz e'anche attribuita al

servizio di radioamatore con statuto di servizio secondario.

Le stazioni del servizio di radioamatore che utilizzano la banda

di frequenze 5351,5-5366,5 kHz non devono superare la massima

potenza isotropa equivalente irradiata di 15 W (e.i.r.p.)
(WRC-15).
 

 

Clicca qui per visionare il nuovo PNRF completo, direttamente sulla gazzetta ufficiale.

 

 

 

 

Proposte al MISE per il nuovo piano frequenze

 

 

Segnaliamo con orgoglio che il nostro Socio, Lupi Alessandro IZØUME ha contribuito fattivamente alla proposta inviata al MISE per conto dell'ARI.

L'ARI ha pubblicamente ringraziato Alessandro per la professionalità e l'impegno nel tracciare le proposte di modifica.

Per scaricare la nota inviata in pdf, clicca qui.

 

La nota comprende proposte di ampliamento per la banda dei 160mt. Del riconoscimento in secondaria dei 70 Mhz e l'accorpamento delle frequenze costituenti il segmento dei 5GHz.

 

Il CD di sezione ringrazia a nome di tutto il corpo sociale, Alessandro IZØUME per lo spirito associativo e le competenze tecnico burocratiche messe a disposizione per il bene di tutta la comunità Radioamatoriale.

 

30 Luglio 2018.

 

 

 

 

 

YOTA camp 2018.

 

Quest'anno lo YOTA Camp si svolgerà per la prima volta in Italia.

 

La nostra sezione parteciperà di concerto con la Sezione ARI di Cassino per le attività di integrazione alla radio per i giovani da 15 ai 25 anni.

L'attività si terrà a Monte Cassino dal 21 al 24 Giugno 2018.

 

Clicca qui per le informazioni relative alle attività di Monte Cassino

 

Clicca qui per tutte le attività dello Youngsters on the ARI. Sito ufficiale

 

Youngsters Facebook page 

  

 


Gaetano I0HJN - SK  

 

 

Ho appreso con profondo rammarico che l'amico Gaetano Caprara I0HJN è passato a miglior vita.

Le esequie si svolgeranno domani mattina 31 Maggio 2018 alle ore 11:00 presso la Chiesa S. Filippo Neri di Cecchina (RM). 

Gaetano è stato uno dei soci più attivi dell'ARI.

Ha ricoperto la carica di Presidente della Sezione ARI di Genzano, ed è stato uno dei Soci fondatori della nostra Sezione.

E' stato vice direttore di Radio Rivista e sempre per l'ARI ha curato e condotto la rubrica televisiva "QRZ i radioamatori in TV " su SAT8.

Ha ideato e condotto per molti anni la rivista specializzata per i Radioamatrori "Genzano Bullettin" e molto altro ancora.

Oltre questo Gaetano è stato certamente una persona speciale, sempre prodigo di consigli e sprone per le attività di Sezione.

R.I.P. in pace caro Gaetano.

 

 

Condoglianze alla famiglia da parte di tutti i Soci della Sezione. 

 

 

 Riportiamo con piacere l'articolo scritto dal Segretario Nazionale A.R.I. Vincenzo Favata  IT9IZY, circa il riconoscimento da parte degli Uffici Territoriali del Governo della nostra associazione come valido ed esclusivo interlocutore in materia di supporto per le comunicazioni in ambito di emergenza.

_____________________________________________________________________________  

L'impegno del CDN ed il riconosciuto prestigio dell'ARI

di Vincenzo Favata, IT9IZY

 

Quando leggerete questo editoriale l'assemblea ordinaria avente all'ordine del giorno l'approvazione dei bilanci preventivo 2018 e consuntivo 2017 apparterrà al passato; oggi posso soltanto non mancare - e la raccolgo al volo - l'occasione per congratularmi con il personale per il pieno raggiungimento dell'obiettivo, che era quello di predisporre tutti gli adempimenti assembleari nei termini statutari.

Non voglio sottolineare la circostanza positiva del rispetto pedissequo dei termini statutari per enfatizzare i meriti dell'attuale CDN che ha lavorato, nonostante gli eventi imprevedibili ed infausti come l'improvvisa scomparsa del compianto Presidente, con notevole energia e  con costanza per il raggiungimento di quanto concordato.

 

Ritengo utile ricordare in questo scritto, anche per la sua ampia diffusione, lo sforzo compiuto dal CDN per adempiere correttamente al disposto normativo e ne approfitto per prendere le mosse da un tema a me caro che è quello del condiviso rispetto delle regole, posto che ritengo sia la base su cui si fonda l'accordo tra i soci e quindi il "pilastro principale sul quale si regge l'Associazione".

 

Rendersi conto dell'importanza dell'argomento appare estremamente utile anche per comprendere appieno la portata ed il peso che la nostra Associazione  ha assunto nel corso degli anni nel panorama radioamatoriale italiano, stante che l'ARI da sempre occupa a pieno titolo una  posizione primaria nell'ambito associativo radioamatoriale italiano, nonostante il sorgere di altre realtà associative di minore rilevanza sia in termini di numeri sia di diffusione territoriale.

Mi soffermo sulla combinazione "riconosciuto rispetto delle regole e centralità dell'ARI nell'ambito associativo radioamatoriale", posto che in alcuni ambiti precipui il rispetto delle norme e la reale applicazione delle stesse è  di fondamentale importanza  ed è garanzia - per gli interlocutori - di rivolgersi ad una realtà associativa concreta ed efficiente; mi riferisco alle radiocomunicazioni di emergenza, a quelle di supporto agli Organi Territoriali di Governo (come le Prefetture) ed ai rapporti con le Istituzioni Radioamatoriali Internazionali.

Negli ambiti citati l'ARI manifesta la propria forza, basata non soltanto sul suo prestigioso passato ma anche sul presente, stante la reale consistenza numerica dei soci, il funzionamento effettivo degli organi associativi periferici e la loro esistenza concreta e propositiva negli ambiti territoriali di competenza; dati non confrontabili con altre realtà associative radioamatoriali. In tema, per dirimere ogni dubbio, è sufficiente ricordare alcune peculiarità dell'ARI rispetto ad altre Associazione che operano nello stesso campo, quali i 90 anni di vita dell'Associazione ed i 70 della nostra prestigiosa e mai eguagliata RadioRivista.

Per comprendere appieno la reale consistenza tecnica ed il valore editoriale della nostra pubblicazione, basta citare un dato che è sotto gli occhi di tutti, cioè quello relativo al numero dei lettori, che è di gran lunga superiore ad ogni altro periodico del settore, e anche di periodici generalisti, pubblicati in Italia, ben inferiori in termini di tiratura e diffusione. In altre parole una rivista pregevole, nei contenuti e nei dettagli estetici, che ben figurerebbe anche in edicola.

L'ARI, forte di migliaia di soci effettivi, sparsi per tutto il territorio nazionale, ha i suoi punti di forza nelle Sezioni, nei Comitati Regionali e nel loro serio e corretto funzionamento.

In buona sostanza è possibile ritenere che la nostra Associazione non ha competitori, aventi le medesime caratteristiche, nel campo associativo radioamatoriale e non ne avrà  nemmeno in futuro se tutte le realtà periferiche manterranno  l'attuale buon livello collaborativo con gli organi di vertice.

Nessuna delle associazioni di radioamatori operanti in Italia - a prescindere dalla limitata diffusione sul territorio nazionale che è la caratteristica comune di tutte le associazioni italiane di radioamatori nate dopo l'ARI - ha i nostri "numeri" nell'ambito delle comunicazioni di emergenza, nei rapporti con le Prefetture, nel supporto in sede di esami per le patenti di operatore di stazione, nella partecipazione ai contest nazionali ed internazionali, nel numero dei radiotelegrafisti e di stazioni amatoriali operanti sulle bande e dei radiotecnici;  per non elencare alcune componenti "logistiche" peculiari quali la sede sociale esclusiva e stabile, il numero dei dipendenti, la professionalità degli stessi, la qualità e l'esperienza dei collaboratori di RadioRivista.

L'ARI, ad oggi, non ha rivali degni di particolare nota e gode di prestigio anche per lo stabile assetto associativo raggiunto nel corso di svariati anni e grazie all'opera di chi ci ha preceduto; dobbiamo, pertanto, essere orgogliosi e all'altezza della posizione di vertice  che l'Associazione  attualmente riveste tra quelle di radioamatori che operano sul territorio italiano.

 

clicca qui per il link diretto.

 

 

Riferimenti di Sezione

ARI Associazione Radioamatori Italiani

Sezione dei Castelli Romani  (00.06)

Via Sicilia 15 - 00045 Genzano (RM) Italy

e-mail : aricastelliromani<at>gmail.com



    

ARI Castelli Romani

Sede: Via Sicilia 15

00045 Genzano (RM).

 

Previsioni

Eventi sismici 

Satellite View

Prop. Forecast

Flag Counter


IP